Portrait of Professional Heavy Industry Engineer / Worker Wearing Safety Uniform, Goggles and Hard Hat. In the Background Unfocused Large Industrial Factory

L’azienda inclusiva: il caso Pavani Group

L’AZIENDA

M. PAVANI – Segnalamento Ferroviario dal 1997 progetta e realizza impianti di segnalamento ferroviario. Nel corso degli anni l’azienda ha sostenuto diversi investimenti per rispondere alle esigenze di mercato, in particolare quelle del principale cliente, Rete Ferroviaria Italiana (RFI), specializzandosi anche nell’utilizzo di attrezzature per la progettazione e la realizzazione di impianti di riscaldamento per lo snevamento degli impianti di telecomunicazione. Nel 2021 l’azienda ha deciso di espandere il proprio business acquisendo il marchio dell’azienda di illuminazione Martini ed il relativo know-how per la produzione di corpi illuminanti.

 

 

OBIETTIVO

L’azienda da sempre riconosce ai valori etici di rispetto dei diritti dell’uomo un ruolo centrale nella strategia d’azienda, per due ragioni. Da una parte, le parti interessate sono sempre più consapevoli della necessità di rispettare i valori umani e perciò vogliono conoscere, non solamente il livello di qualità del servizio, ma anche le modalità con cui viene erogato ed il relativo costo sociale in termini di fattori etici. Dall’altra parte, l’organizzazione si trova ad affrontare una serie di nuove sfide legate ad una popolazione sempre più anziana, tassi da natalità a picco, divari retributivi tra uomini e donne. Per tali ragioni, la direzione si è impegnata, e tuttora lo fa, ad assumere comportamenti “socialmente responsabili”.

 

 

LINEE GUIDA PER LA D&I ISO 30415:2021

L’azienda che già era disponeva di un sistema di gestione aziendale integrato qualità, ambiente, sicurezza, anticorruzione etica (ai sensi dello standard sociale SA8000, che definisce i requisiti che i datori di lavoro decidono di rispettare su, base volontaria, per tutelare i propri lavoratori e garantire condizioni lavorative eque) ha implementato le linee guida per la gestione della Diversità ed Inclusione (D&I) delle risorse umane, definite dalla norma UNI ISO 30415:2021, incorporando i valori della diversità e dell’inclusione nella propria politica aziendale.

Le linee guida UNI ISO 30415:2021 per la “Gestione delle risorse umane – Diversità e Inclusione”, pubblicate a maggio 2021, costituiscono una guida adottabile da tutte le organizzazioni, indipendentemente dalle dimensioni, attività, o settore di appartenenza, che forniscono suggerimenti e azioni da intraprendere per poter per sviluppare una cultura d’impresa fondata sul rispetto e valorizzazione della diversità.

 

 

INTEGRAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE

L’azienda, con Elisa Pavani, si è impegnata per dare concretezza al principio di base della D&I, ossia quello di rifiutare qualsiasi forma di discriminazione diretta o indiretta, relativa al genere, orientamento sessuale, disabilità, nazionalità, credo religioso e qualsiasi altra possibile forma discriminante, all’interno della propria realtà lavorativa.
L’organizzazione, dopo aver stabilito degli obiettivi finalizzati a migliorare la propria capacità di essere inclusiva, ha predisposto un piano di supporto per realizzarli, definendo procedure ed esempi di buone pratiche.
Tra le attività di particolare impatto, il cambiamento della comunicazione sul sito internet aziendale, la realizzazione di un video di senilizzazione agli operatori aziendali, un’analisi del clima aziendale mediante la somministrazione di questionari ed il coinvolgimento dell’intera catena di fornitura.
Operativamente, l’azienda ha adeguato il proprio sistema di gestione per:

• Garantire un accesso equo a lavoratori, carriere, formazione, promuovendo al contempo un senso di connessione e rispetto reciproco;
• Garantire una corretta gestione del ciclo di vita del personale, dall’assunzione dei dipendenti fino al termine del rapporto lavorativo;
• Progettare, sviluppare e fornire prodotti e servizi più inclusivi e innovativi per soddisfare le esigenze di una base più ampia di utenti;
• Rafforzare i rapporti con la catena di approvvigionamento e di fornitura, migliorandone la resilienza organizzativa;
• Relazionarsi con gli stakeholder esterni per recepirne le aspettative ed interessi e di soddisfarli.

A seguito dell’audit da parte dell’ente certificatore, Pavani ha ottenuto l’attestazione che testimonia l’effettiva rispondenza del sistema dell’impresa ai requisiti previsti dagli standard di riferimento, che, oltre a testimoniare l’effettivo impegno dell’organizzazione, costituirà un surplus rispetto alla concorrenza sul mercato, anche con riferimento alle gare di appalto.

 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato! 

Articoli correlati

Copyright 2021 | Seprim
Via Grazioli, 30 | Mantova
PEC seprim.srl@legalmail.it
P.Iva 02479700201

Benvenuti.

Accedi all'Area Riservata